Perchè questa iniziativa

Dopo oltre due mesi dalla nostra richiesta, solleciti e promesse, il Commissario dell’Arif, Ragno, non è stato in grado di produrre una semplice relazione della situazione degli impianti irrigui.

Eppure stiamo parlando della fase zero: una mappatura delle situazioni critiche finalizzata a programmare gli interventi in tempo per l’avvio della stagione irrigua. È inaccettabile da che un commissario non sia in grado di fornire dati sui quali egli stesso dovrebbe operare per poter lavorare. Giace inoltre da mesi anche una nostra interrogazione sul personale.

Già da diversi anni, il M5S si impegna ad incalzare Arif in anticipo ed in tempo utile, affinchè la stagione irrigua possa essere avviata senza i soliti ricorrenti problemi. Nonostante ciò i vertici Arif continuano ad intervenire tardivamente anzichè operare attraverso una politica orientata alla prevenzione delle problematiche.

L’agenzia deve garantire servizi agli agricoltori: sono i servizi e non le assunzioni la ragione della sua esistenza. Come anticipato, noi del M5S siamo stati costretti a colmare quelle che sembrano essere evidenti lacune organizzative dell’agenzia: abbiamo creato una piattaforma sulla quale gli stessi agricoltori possono segnalare guasti e i malfunzionamenti in modo che la fase ricognitiva, che è solo la fase zero rispetto a tutto quello che sarebbe opportuno fare, si chiuda al più presto e l’Arif non abbia più scusanti e possa iniziare ad operare le riparazioni anzichè continuare a tergiversare.