Home Ambiente TAP, M5S: “MISE AUTORIZZA ALLACCIO RETE SNAM CONTRO VOLERE REGIONE”
TAP, M5S: “MISE AUTORIZZA ALLACCIO RETE SNAM CONTRO VOLERE REGIONE”

TAP, M5S: “MISE AUTORIZZA ALLACCIO RETE SNAM CONTRO VOLERE REGIONE”

0

La Regione Puglia ha tempo fino al 19 dicembre per impugnare dinanzi al Tar il decreto con cui il ministero dello Sviluppo economico ha inserito, nonostante il parere contrario della Regione, il tratto Melendugno-Mesagne nella rete dei metanodotti nazionali.Una denuncia che arriva dopo una serie di indagini e di accessi agli atti del nostro consigliere regionale Antonio Trevisi.

Il Mise ha comunicato alla Regione, lo scorso 18 settembre, di aver ricevuto istanza da Snam per il progetto cosiddetto di ‘Allacciamento Tap’. La Regione ha risposto SOLO UN MESE DOPO, il 22 ottobre al Mise, precisando che ‘all’ufficio regionale non risultava ‘noto alcun elemento di tale opera, nonostante in tutte le sedi fosse stata ribadita la necessità della considerazione integrata delle due progettualità, soprattutto in termini di impatto ambientale cumulativo’. La Regione esprimeva la propria contrarietà all’approdo del gasdotto a Melendugno e precisava “‘che un diverso approdo di Tap avrebbe determinato un meno oneroso consumo di suolo'”.

La Regione aveva già messo in evidenza la ‘mancata sottoposizione del Piano stesso ad un regolare procedimento di valutazione ed accertamento della compatibilità ambientale’ e pertanto aveva concluso le sue osservazioni manifestando il proprio dissenso all’opera in quanto derivante da un assetto progettuale e procedimentale non corretto e non condiviso.

Nonostante ciò il Governo ha proseguito NONOSTANTE IL PARERE CONTRARIO DELLA REGIONE che è stata a nostro parere COLPEVOLMENTE IMMOBILE. Il decreto del MISE è entrato in vigore il 20/10 e da allora ci sono solo 60 gg a disposizione della Regione per presentare ricorso ovvero fino al 19 dicembre, TRA SOLI 10 GIORNI dopodichè non sarà più possibile intervenire!

Ci chiediamo perchè la Regione sia rimasta immobile fino ad oggi, ci chiediamo perchè ci volevano le indagini del M5S per denunciare la questione e richiedere un ricorso in tempi brevissimi. Per dare risposta a questa domanda continueremo ad indagare, questo è certo.