Home Bilancio BILANCIO. MENTRE LA MAGGIORANZA PD SI SPARTIVA IL ‘BOTTINO PUBBLICO’, IL M5S PENSAVA ALLA PUGLIA.
BILANCIO. MENTRE LA MAGGIORANZA PD SI SPARTIVA IL ‘BOTTINO PUBBLICO’, IL M5S PENSAVA ALLA PUGLIA.

BILANCIO. MENTRE LA MAGGIORANZA PD SI SPARTIVA IL ‘BOTTINO PUBBLICO’, IL M5S PENSAVA ALLA PUGLIA.

0

panoramica

Quando diciamo che vogliamo che questi politici vadano TUTTI A CASA lo diciamo perchè siamo fermamente convinti che queste persone siedano sulle comode e lautamente pagate poltrone del potere da così tanto tempo da aver smarrito COMPLETAMENTE l’equilibrio ed il buon senso che servono a chi deve amministrare i soldi pubblici, frutto del sudore e dei sacrifici dei cittadini pugliesi e che sarebbero meritevoli di ben altro trattamento e rispetto. SEDUTE CONSILIARI VERGOGNOSE COME QUELLA DI QUESTA NOTTE NE SONO LA PROVA!

Sapevamo che la nostra prima seduta consiliare sul bilancio sarebbe stata dura ma non pensavamo di uscirne addirittura schifati. Mentre il presidente del Consiglio LOIZZO sembrava sempre più il presidente della maggioranza che il Presidente del Consiglio regionale garante di tutti i gruppi e il presidente magistrato EMILIANO rimaneva colpevolmente in silenzio davanti alle intemperanze di chi ha scelto di mettersi accanto in campagna elettorale, abbiamo assistito alla spartizione del “BOTTINO PUBBLICO” da parte dei partiti di maggioranza PD in testa: favori agli amici, cambiali elettorali, istituzioni di segreterie ‘particolari’ e marchette a spese dei contribuenti. Il tutto fatto in maniera talmente spudorata e con l’assenso vergognoso dell’assessore Piemontese, da aver causato la triste implosione della stessa maggioranza che si è dimostrata oggi più che mai incapace di governare e indegna della fiducia dei pugliesi.

DOV’ERANO I PUGLIESI IN QUESTO BILANCIO?

Non era presente una misura in favore dei GIOVANI, non era presente una misura per il LAVORO, non era presente una misura di sostegno alle FASCE DEBOLI o agli ANZIANI. Ci abbiamo provato noi del Movimento 5 Stelle dunque a sopperire a tali mancanze con proposte di buon senso come ad esempio un contributo alla prima casa per le giovani coppie, interventi per le bonifiche delle discariche pubbliche in situazioni di emergenza, l’acquisto di mezzi pubblici ecologici, misure di diffusione dell’accesso ad internet o di contrasto alla criminalità organizzata, sostegno ai disabili o alle donne affette da endometriosi solo per citarne alcune, TUTTE MISURE BOCCIATE in modo autocratico dalla maggioranza e dal governo regionale.

L’unica consolazione è quella di essere riusciti a portare a casa alcuni risultati per i pugliesi: grazie al M5S infatti sono stati stanziati fondi per il contrasto all’usura, all’estorsione e al caporalato oltre che misure per arginare il dissesto idrogeologico e per il contenimento del Codiro. La nostra regione e i nostri cittadini hanno problemi seri, almeno noi abbiamo pensato alla Puglia stanotte e lo faremo anche venerdì, quando saranno discussi gli ultimi emendamenti e ci sarà l’approvazione del Bilancio di Previsione. Speriamo che questa pausa di un giorno possa far riflettere la maggioranza e farle comprendere quanto sia necessario fare scelte che soddisfino i cittadini pugliesi e non siano sempre e solo scelte clientelari.