Home Lavoro ECCO LO STUDIO ISTAT CHE SBUGIARDA EMILIANO. AVEVAMO RAGIONE NOI, CONDIVIDETE!
ECCO LO STUDIO ISTAT CHE SBUGIARDA EMILIANO. AVEVAMO RAGIONE NOI, CONDIVIDETE!

ECCO LO STUDIO ISTAT CHE SBUGIARDA EMILIANO. AVEVAMO RAGIONE NOI, CONDIVIDETE!

0

L’ISTAT, in uno studio che abbiamo commissionato e di cui rendiamo pubblici i risultati, conferma quanto dicevamo da tempo: il RED è solo una misura propagandistica assolutamente inefficace e che i dati sulla povertà comunicati da Emiliano sono assolutamente sballati!921378_1536018636699019_1623332566681091572_o

Due sono state le richieste che abbiamo inoltrato all’Istituto di Statistica: la prima riguardante il numero di famiglie in condizioni di povertà assoluta presenti in Puglia e la seconda, più specifica, riguardante quante risorse servirebbero ogni anno per portare i nuclei famigliari almeno al raggiungimento della soglia di povertà.

Secondo il dossier Istat dal punto del reddito, sono stimate in NUMERO DI 126.000 mentre dal punto di vista della capacità di spesa, in Puglia le famiglie sotto la soglia di povertà sono stimate in un numero medio di 81.000 (fino ad un massimo di 104.000): e basti pensare che coloro che beneficeranno del RED, a detta dell’assessore Piemontese, saranno a pieno regime SOLTANTO 20.000.

In merito alla seconda domanda: “quante risorse servono ogni anno per portare tutte queste famiglie povere assolute alla soglia di povertà?”, dall’ISTAT fanno sapere che da un punto di vista del Reddito, sono stimate 309.636.000 euro, tra un limite inferiore di 173.352.000 e un limite superiore di 445.920.000 mentre dal punto di vista della capacità della spesa, sono stimate 282.276.000 euro, tra un limite inferiore di 207.144.000 e un limite superiore di 357.408.000.

Anche in questo caso cifre ben lontane dai circa 70 milioni di euro che si vorrebbero investire per una manovra che, prevede AL MASSIMO 600€ PER UN NUCLEO DI 5 PERSONE e che si ha la presunzione di presentare come una misura di sostegno alla povertà, di lotta alla disoccupazione, e di panacea contro tutti i mali.

La Puglia così come tutto il nostro Paese ha urgente bisogno di una seria manovra contro la povertà mentre ad oggi siamo piuttosto di fronte ad una misura concepita senza una reale programmazione, basata su dati errati e per puri fini propagandistici, che rischia di avviare un meccanismo progettato male e che, come spesso accade, poi dovrà essere smantellato e ripensato in futuro con ulteriori costi per quella collettività che invece dovrebbe trarne benefici.

(Fonte foto articolo: La Gazzetta del Mezzogiorno del 25/02/16)