BRINDISI, DISCARICA AUTIGNO. ‪‎M5S‬: BENE COSTITUZIONE PARTE CIVILE DEL COMUNE DI SAN VITO. EMILIANO NON PERVENUTO

0

Si è tenuta ieri l’udienza preliminare nel PROCESSO sulla gestione della discarica di Autigno a Brindisi per VIOLAZIONE delle prescrizioni contenute nell’AIA, nel quale il Comune di San Vito dei Normanni si è costituito parte civile.
Come ricorda il nostro consigliere comunale M5S di San Vito, Marco Ruggiero, ciò è avvenuto solo a seguito dell’interpellanza presentata dal Movimento 5 Stelle nel Consiglio Comunale del 21 giugno scorso.
Vista la VICINANZA AL CENTRO ABITATO DELLA DISCARICA, infatti, i danni provocati al territorio, alla salute e all’economia sanvitese non potevano non essere considerati. È solo un primo piccolo passo di una lunga battaglia che vede l’Ente in difesa della collettività anche in Tribunale ma ci auguriamo che il Comune di San Vito sia sempre in prima linea, in tutte le sedi opportune, nella difesa della salute dei cittadini e che segua con più attenzione tutte le indagini riguardanti la tutela del territorio e la corretta gestione di servizi così importanti per la collettività. Noi continueremo a vigilare affinché ciò avvenga.
Purtroppo non si può essere soddisfatti allo stesso modo sul fronte regionale come ricorda il nostro consigliere regionale M5S Gianluca Bozzetti, la Regione Puglia infatti NON SI È
COSTITUITA PARTE CIVILE nel processo e Michele Emiliano ha dimostrato ancora una volta la sua totale indifferenza nei confronti delle necessità dei cittadini della provincia di Brindisi.
Una decisione ancora più irrazionale se si pensa che solo qualche mese fa la stessa regione Puglia ha stanziato ben 750 mila euro per la bonifica della stessa discarica, certificando quindi un danno ambientale incontrovertibile. A questo punto dobbiamo iniziare a credere che per il Presidente Emiliano ci siano cittadini e aree della puglia di serie A e di serie B e chi è lontano dalla sua visione politica e da quella del suo partito probabilmente per lui non è degno di essere considerato. (Gianluca Bozzetti)