SANITÀ, ELENCO CENTRI PRESCRITTORI FARMACI PER EPATITE C.Marco Galante #M5S: NECESSARIO INSERIRE OSPEDALE DI GALLIPOLI

0

I consiglieri regionali del M5S Marco Galante e Mario Conca hanno presentato interrogazione diretta all’assessore regionale alla sanità Michele Emiliano in merito all’esigenza di inserire il Presidio ospedaliero “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli tra i Centri Ospedalieri preposti alla prescrizione dei medicinali per il trattamento dell’epatite C.

Una Delibera della Giunta Regionale del 2012 ha stabilito che devono considerarsi idonei alla gestione del paziente con Epatite C i Centri che dispongono di particolari requisiti, mentre con un’altra delibera del 2014 ha disposto che la prescrizione dei farmaci per l’epatite C possa essere effettuata soltanto nei Centri Ospedalieri pubblici di comprovata esperienza nel trattamento di tale patologia.
Ad oggi è compito dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) approvare l’elenco dei nuovi farmaci disponibili per il trattamento della patologia e stabilirne il regime di rimborsabilità e prezzo di vendita. Ed è la stessa Agenzia ad aver deciso che SONO LE REGIONI A DOVER INDIVIDUARE I CENTRI OSPEDALIERI PUBBLICI DI COMPROVATA ESPERIENZA NEL TRATTAMENTO DELLE EPATITI CRONICHE da inserire all’interno dell’elenco dei Centri prescrittori di farmaci per l’epatite C, tuttavia in tal modo sia la cura che la presa in carico del paziente possono variare in modo consistente da struttura a struttura e da regione a regione.

In Puglia è stata approvato un elenco dei Centri preposti alla gestione del paziente con Epatite C. Un elenco, nel quale tuttavia SONO PRESENTI POCHE STRUTTURE DELLA PROVINCIA DI LECCE e dal quale tuttavia è assente il Presidio ospedaliero “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, il quale vanta, invece, l’Epatologia tra le sue specialità elettive oramai da diversi anni.

La conseguenza è che NUMEROSI PAZIENTI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI LECCE SONO DUNQUE COSTRETTI A RECARSI A BOLOGNA PER FARSI CURARE, per poi farsi seguire nel monitoraggio clinico e terapeutico dai medici dell’U.O. di Gallipoli.
Inserire anche l’ospedale di Gallipoli nell’elenco dei Centri preposti alla prescrizione dei medicinali per l’Epatite C, vista la comprovata esperienza nel trattamento di tale patologia, permetterebbe ai tanti cittadini che le circostanze hanno costretto a farne uso, almeno un immediato risparmio sia in termini economici che di tempo. Una situazione ancor più grave se si pensa CHE L’ITALIA DETIENE IL TRISTE PRIMATO IN EUROPA PER NUMERO DI SOGGETTI HCV POSITIVI E MORTALITÀ PER TUMORE PRIMITIVO DEL FEGATO, e le Regioni più colpite sono proprio quelle del Sud come Campania, Puglia e Calabria.