ILVA, M5S: DISPORRE DEL DIRITTO DI VITA O MORTE IN BASE AL VOTO DEL 4/12. A TANTO E’ ARRIVATO IL GOVERNO PD

0

Pensare di poter disporre del diritto di vita o morte delle persone in base a ciò che voteranno in questo referendum, davvero a tanto sembrano essere arrivati Renzi e questo governo PD. Non ci sono neanche più le parole per definire queste persone che hanno perso il lume della ragione.

Sia chiaro: nessuno del Partito Democratico può appuntarsi medaglie al petto, la situazione di Taranto e dei cittadini di Taranto è responsabilità tanto del governo nazionale che continua a tenere in piedi una fabbrica che produce veleni e procura morte, per ragioni puramente economiche ed elettorali, tanto del governo PD regionale rimasto silente mentre approvavano i 10 decreti “salva Ilva” e che non è stato mai in grado di garantire ai tarantini un servizio sanitario adeguato, ancora oggi allo sbando.

Questa del ministro Lorenzin è una decisione che dimostra come abbia mentito quando ha detto che questa riforma costituzionale servirà a garantire finalmente una assistenza uguale a tutte le regioni italiane: la sanità delle regioni, di fatto, è già in mano al Governo nazionale ed è evidente che con questa riforma tutto vogliono fare, salvo che preoccuparsi dei diritti di tutti i cittadini.