LEGGE SULLA PARTECIPAZIONE, M5S: PARADOSSALE CHE ARRIVI DA QUESTO GOVERNO. DAREMO IL NOSTRO CONTRIBUTO.

0

Questa mattina in VII Commissione il Presidente Emiliano ha illustrato due disegni di legge della Giunta: LA LEGGE SULLA PARTECIPAZIONE E QUELLA SULLE LOBBIES.

Non possiamo che essere favorevoli ad una regolamentazione in merito a due tematiche così importanti, purché non si tratti di provvedimenti spot che non produrranno effetti concreti. Non possiamo non sottolineare che è quasi paradossale che, UN GOVERNO CHE FINO AD OGGI HA PRESO DECISIONI IN MANIERA QUASI SEMPRE AUTARCHICA e senza condivisione su quasi tutte le questioni, SIA LO STESSO CHE POI PROPONE UNA LEGGE SULLA PARTECIPAZIONE. Ma finché c’è vita c’è speranza. Sempre che vinca il NO al referendum, altrimenti l’unica partecipazione sarà tra il Capo del Pd ed il Presidente del Consiglio.

Ciò che ci lascia perplesse, in particolare per quanto riguarda la legge sulla partecipazione, è che tale testo di legge non preveda strumenti operativi finalizzati a rendere il DDL efficace, come ad esempio un regolamento di attuazione della Legge nazionale sull’obbligo dell’istituzione di forme partecipative nelle realtà locali. Pertanto, per evitare che questa legge possa rimanere una scatola con un bell’involucro ma vuota, PROPORREMO EMENDAMENTI CHE PREVEDANO STRUMENTI DI EFFETTIVA PARTECIPAZIONE, A COMINCIARE DALLO STREAMING DEI LAVORI DELLE COMMISSIONI E DEL CONSIGLIO.