TARANTO, DISCARICA VERGINE. GALANTE: CONFERMATA PRESENZA SOSTANZE CANCEROGENE NEI POZZI SPIA

0

Nei pozzi spia circostanti la Discarica Vergine vi è una cospicua presenza di sostanze cancerogene. Occorre intervenire immediatamente. Se qualche tempo fa poteva sembrare un mero rischio da verificare, oggi purtroppo ne abbiamo la conferma”, queste le dichiarazioni del Consigliere regionale del M5S Marco Galante, venuto a conoscenza dei risultati delle analisi delle acque dei pozzi spia che si trovano ubicati nei pressi della Discarica Vergine, nel tarantino.

 

Il consigliere pentastellato della provincia di Taranto, spiega come la situazione sia ai massimi livelli di allerta secondo quanto riferito dai tecnici dell’Arpa Puglia che hanno eseguito le analisi nei pozzi spia della Discarica Vergine. E’ stata riscontrata infatti sia la presenza di Policlorobifenili (PCB), sostanze altamente tossiche che potrebbe incidere sulla salute degli essere umani al solo contatto, che di numerosi altri metalli e idrocarburi molto pericolosi per la salute.
“Il tempo dei tavoli tecnici e dei buoni auspici deve terminare qui – prosegue Galante – e occorre agire subito per far sì che si possa evitare un vero e proprio disastro ambientale che, come sappiamo, è stato inserito tra i reati penali con la Legge n. 68 del 2015. Si potrebbe solo immaginare il disastro che si verificherebbe nel caso venissero contaminate tutte le falde acquifere della zona; interi settori sarebbero letteralmente distrutti, dall’agricoltura all’allevamento. L’Assessore regionale all’Ambiente Domenico Santorsola avvii urgentemente le bonifiche della Discarica Vergine impedendo qualsiasi tentativo di riapertura della stessa al fine di tutelare la salute dei cittadini tarantini, in virtù anche dell’inerzia da parte del Comune di Taranto. Ormai non c’è più tempo da perdere”.