INVASO DEL PERTUSILLO. M5S DEPOSITA RICHIESTA AUDIZIONI IN V COMMISSIONE PER CONOSCERE LO STATO DELLE ACQUE

0

 

 

Conoscere quale sia il reale stato delle acque dell’invaso del Pertusillo, in Basilicata, da cui attinge anche l’Acquedotto Pugliese. Per questo gli otto consiglieri del M5S Rosa Barone, Gianluca Bozzetti, Cristian Casili, Mario Conca, Grazia Di Bari, Marco Galante, Antonella Laricchia e Antonio Trevisi  hanno  depositato una richiesta diretta al presidente della V Commissione Consiliare Filippo Caracciolo  per ottenere le audizioni del Direttore Scientifico dell’ARPA PUGLIA, del Direttore Scientifico dell’ARPAB, del Presidente di Acquedotto Pugliese S.p.A, di Albina Colella (Professore Ordinario di Geologia e Sedimentologia. Dipartimento di Scienze, Università della Basilicata), di una delegazione della rete appulo-lucana Salvalacqua e dell’ Assessore Regionale alle Risorse Idriche, Giovanni Giannini.

 

Dagli organi di stampa apprendiamo notizie preoccupanti riguardo possibili sversamenti di greggio nelle acque del Pertusillo da cui attinge l’Acquedotto Pugliese.  – spiegano i pentastellati Da giorni circolano in rete ortofoto che, ritraendo l’invaso dall’alto, mostrano un’enorme chiazza marrone nel lago le testimonianze di chi si sarebbe recato sul posto per un sopralluogo riportano che nell’aria si respira odore di petrolio. Ricordiamo che proprio in in Val d’Agri insistono 27 pozzi petroliferi in terraferma.

 

Circa un anno fa è stata approvata una mozione che impegnava la Giunta Regionale della Puglia a promuovere controlli da parte dell’Arpa Puglia, congiuntamente all’organismo omologo della Regione Basilicata,
Chiedevamo di conoscereconcludono i pentastellati –  se l’invaso del Pertusillo fosse fonte di elementi tossici e nocivi per l’uomo e a fornire una prima relazione al Consiglio regionale, relativamente ai dati acquisiti, entro novanta giorni dall’approvazione. Dal giorno dell’approvazione della mozione, il 15 marzo del 2016, ad oggi, il Consiglio non ha mai ricevuto nulla di tutto ciò”.