BRINDISI, VACCINI. BOZZETTI SCRIVE AL DG DELLA ASL: INFORMARE ADEGUATAMENTE UTENTI E FAMIGLIE

0

 

Il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti ha inviato una nota al direttore generale dell’ASL/BR Giuseppe Pasqualone per chiedere che i medici della ASL locale forniscano informazioni più complete sui vaccini.

 

“Nell’attesa di veder calendarizzata la nostra audizione – dichiara Bozzetti – richiesta per controbilanciare in maniera opportuna l’informazione sino ad ora a senso unico del Governo sulla proposta di legge Amati, questa mattina ho deciso di inviare una richiesta di informazioni e d’intervento al direttore generale dell’ASL di Brindisi. Ho infatti ricevuto numerose segnalazioni da cittadini della provincia i quali denunciavano una totale assenza di informazioni adeguate in merito alle vaccinazioni, all’interno delle strutture sanitarie. L’accesso alla vaccinazione presuppone un’adeguata informazione dell’utente, sì che quest’ultimo possa orientare in modo consapevole le proprie scelte.“

 

Il consigliere cinquestelle precisa di aver in particolare richiesto una maggiore attenzione nell’applicazione della legge 210/1992 che stabilisce nell’art. 3 c. 5, che “Il medico che effettua la vaccinazione di cui all’art. 1 compila una scheda informativa dalla quale risultino gli eventuali effetti collaterali derivanti dalle vaccinazioni stesse” e nel successivo art. 7 che “ Ai fini della prevenzione delle complicanze causate da vaccinazioni, le unità sanitarie locali predispongono e attuano, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, progetti di informazione rivolti alla popolazione […] I progetti di cui al comma 1 assicurano una corretta informazione sull’uso dei vaccini, sui possibili rischi e complicanze, sui metodi di prevenzione e sono prioritariamente rivolti ai genitori, alle scuole ed alle comunità in genere”.
L’adempimento dell’onere informativo completo nei confronti delle famiglie prosegue Bozzetti anche mediante l’affissione nelle sedi di tutti i documenti utili a rendere pienamente conoscibili sia i benefici sia i rischi delle vaccinazioni, la composizione dei farmaci e le corrette modalità di somministrazione, è un dovere imprescindibile di chi opera nel settore delle vaccinazioni. Confido – conclude – nell’attenzione del direttore Pasqualone affinché verifichi le segnalazioni e metta in campo tutti i provvedimenti che riterrà più opportuni così da poter ristabilire una corretta funzionalità, sia normativa/amministrativa che informativa, nelle sedi vaccinali di cui è il diretto responsabile.”