LECCE, DISCARICA ABUSIVA A DUE PASSI DAL PARCO RUDIAE. TREVISI PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

0

Il consigliere del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Lecce, al NOE e al Sindaco di Lecce per denunciare lo stato in cui versa la pineta di Via  Carlo Erba, trasformata in una discarica abusiva. Il sito è ormai ricoperto di rifiuti di ogni genere: dalle carcasse di elettrodomestici fino a sacchetti contenenti pezzi di eternit.

 

“Ho ritenuto opportuno segnalare la situazione alle autorità competenti  – spiega Trevisi – affinchè si proceda il prima possibile alla messa in sicurezza dei luoghi e si possano avviare gli accertamenti  per capire chi siano i responsabili di questo scempio. Per farlo si  potrebbe ricorrere all’uso di fototrappole, da installare in maniera fissa in quella zona. Questa non è la prima volta che il M5S porta avanti azioni concrete per contrastare l’abbandono dei rifiuti”

 

La situazione in cui versa la pineta mette in pericolo la salute dei cittadini  – continua il consigliere salentino – per cui va trovata una soluzione il prima possibile. Bisogna effettuare al più presto  una pulizia straordinaria e servono sanzioni per i trasgressori. Fino ad oggi non mi risulta che in zona sia stata elevata alcuna contravvenzione. Non si può annunciare la rivoluzione della raccolta differenziata se non si è nemmeno in grado di fare rispettare le regole. Mi chiedo come  l’amministrazione abbia potuto permettere che un polmone verde  così importante, a pochi metri dal parco Rudiae diventasse una discarica a cielo aperto. La situazione è insostenibile – incalza il pentastellato – non solo per il triste spettacolo che si trovano davanti residenti e turisti, ma soprattutto per le possibili conseguenze negative sia per la salute che per l’ambiente. Purtroppo  non si tratta di una situazione occasionale, ma di un problema che va avanti da tempo.

 

Se fosse approvata la nostra proposta di legge “Verso un’economia circolare a rifiuti zero”conclude – i rifiuti avrebbero un valore economico e le campagne, ormai aggredite dagli scarichi illeciti, verrebbero salvate da un fenomeno sempre più diffuso su tutto il territorio pugliese. Purtroppo in un anno e mezzo non è stato fatto nulla nonostante il M5S abbia fornito da subito soluzioni concrete nelle mani di chi ha la maggioranza, che purtroppo soprattutto in questo periodo sta pensando a tutt’altro fuorchè risolvere i problemi dei cittadini