RECESSO ADESIONE DELLA REGIONE AD ASSOCIAZIONI. M5S: CHE SENSO HA CARICARE I.P.R.E.S DI QUESTA SPESA?

0

Su proposta del Movimento 5 Stelle è stata rinviata alla prossima seduta la decisione della II Commissione sulla presa d’atto di quattro delibere della giunta regionale riguardanti il recesso della Regione Puglia dall’adesione ad altrettante associazioni tra cui lo S.V.I.M.E.Z. e la Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime d’Europa (C.R.P.M). I pentastellati hanno chiesto di audire il capo di gabinetto Claudio Stefanazzi, un esponente della giunta regionale e il presidente dell’I.P.R.E.S per avere ulteriori chiarimenti sulle delibere prima di procedere al voto.
Nelle delibere leggiamo che la Regione sceglie di non aderire più a queste associazionispiegano i consiglieri Marco Galante e Antonella Laricchia ma chiede all’I.P.R.E.S di assicurare il versamento della quota d’adesione a valere sul contributo annuale accreditato dalla Regione all’Istituto. A questo punto ci chiediamo se il contributo riservato dalla Regione all’Istituto in house aumenterà in ragione dei 90 mila euro complessivi da versare alle associazioni per le adesioni o resterà sempre lo stesso. E in quest’ultimo caso come farà l’I.P.R.E.S a continuare a realizzare le ricerche per la Regione  senza i soldi che dovrebbe versare alle associazioni? Non vorremmo che poi i progetti di ricerca da commissionare all’Ipres finiscano per costare di più alla Regione. Tra i punti che c’interessa approfondire ci sono poi i risultati prodotti fino ad oggi da tutte queste adesioni e le attività svolte con le associazioni. Riteniamoconcludonoche questi aspetti vadano chiariti prima di procedere alla presa d’atto delle delibere”.