VACCINI, M5S: MEGLIO INFORMARE CHE OBBLIGARE. I PARTITI NON SOTTOVALUTINO L’INTELLIGENZA DEI CITTADINI

0

Questa mattina le commissioni riunite I e III hanno svolto le audizioni sul tema vaccini nel corso delle quali sono intervenuti il prof. Alberto Donzelli e il Rappresentante Puglia del CO.N.DA.V..

 

Alle audizioni hanno partecipato i consiglieri del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti, Mario Conca, Marco Galante e Antonella Laricchia che si esprimono in merito.

 

“Al termine delle audizioni – dichiarano i cinquestelle – ribadiamo quando sosteniamo da tempo, il Movimento 5 Stelle non è contro i vaccini e chi lo sostiene banalizza, per fare pura propaganda politica, una questione estremamente delicata che coinvolge milioni di bambini e adulti. L’importanza dei vaccini è acclarata come hanno dimostrato le audizioni odierne che, tuttavia, al tempo stesso hanno evidenziato (con il supporto di documenti e dati provenienti dal mondo scientifico) che un approccio informato alla vaccinazione è sempre da preferirsi all’obbligatorietà e ad una vaccinazione di massa “alla cieca” che, se non preceduta da una adeguata informazione, rischia di creare più danni di quanti non prometta di risolverne disincentivando addirittura le adesioni, come dimostrato nelle precedenti audizioni e nelle false attestazioni denunciate dai media. I partiti non devono sottovalutare l’intelligenza dei cittadini e non devono aver paura di confrontarsi con loro. Continuiamo a sostenere che la strada migliore da seguire sia quella di un’informazione adeguata che metta in guardia i genitori dai rischi di una mancata vaccinazione. Un’offerta vaccinale adeguata e il rafforzamento dei centri vaccinali possono, al contrario, permettere ai genitori di scegliere consapevolmente salvaguardando il bene della collettività, anche aumentando di fatto dunque la copertura vaccinale. Il tema dei vaccini riguarda i bambini pugliesi e anche i nostri figli, prendere le corrette decisioni in merito dunque, sembra superfluo ricordarlo, non può che essere interesse di tutti.”
“Ci è dispiaciuto constatare – conclude il capogruppo M5S Gianluca Bozzetti – il poco interesse dimostrato da tutte le altre forze politiche su un tema talmente delicato. Basti pensare che al momento di fare le domande ai relatori oltre a noi consiglieri del M5S era rimasto solo il consigliere Colonna mentre gli altri consiglieri si erano assentati o erano andati via prima. Ci chiediamo dunque come facciano queste persone a sostenere l’importanza di una corretta informazione in materia, loro che oggi non hanno neanche partecipato alle audizioni e l’importanza di “ascoltare i numeri provenienti dal mondo scientifico”, loro che oggi non si sono neanche presentati per valutare dei numeri provenienti dal mondo scientifico. A noi piace ascoltare tutti e confrontarci, e siamo convinti che il giusto approccio politico a temi talmente delicati per la collettività sia l’ascolto aperto sempre di tutte le opinioni al fine di prendere sempre le decisioni più giuste e ponderate. Ascoltare solo chi sostiene la tua tesi è un approccio poco democratico, pericoloso e superficiale per chi ricopre un incarico pubblico che rischia, tra l’altro, di portare a norme che poi finiscono per essere dichiarate incostituzionali come già accaduto diverse volte nel corso di questa legislatura.”