Invaso del Pertusillo. M5S: Dati rassicuranti ma la situazione va monitorata

0

Si sono tenute in V Commissione Consiliare Ambiente le audizioni dei rappresentanti di Arpa Puglia, di Acquedotto Pugliese e della prof.ssa Albina Colella, docente di Geologia e Sedimentologia dell’Università della Basilicata sullo stato delle acque dell’invaso del Pertusillo richieste dai consiglieri del M5S.

 

L’aspetto che volevamo chiarire  è quello che riguarda la sicurezza e la qualità dell’acqua che bevono i pugliesi – spiegano Cristian Casili, Marco Galante,  Antonella Laricchia e Antonio Trevisi – e ci rassicura che attualmente la qualità della stessa sia buona, ma non possiamo accontentarci: dobbiamo assicurarci che lo sia anche quella che berranno i nostri figli. Il centro Estrazione Oli vicino all’invaso del Pertusillo è un rischio e la situazione va costantemente monitorata, dal momento che anche l’Eni ha ammesso gli sversamenti. Ci rassicura che l’ AqP faccia controlli settimanalmente all’ingresso dell’impianto di potabilizzazione e in uscita e che questi monitoraggi evidenzino valori nella norma, ma siamo consapevoli di come la situazione sia diversa in Basilicata; addirittura  la professoressa Colella ha parlato della necessità di una  una legge speciale per il Pertusillo. Ci dispiace che in audizione non siano venuti i rappresentanti dell’Arpa Basilicata e della Regione Basilicata, che pure erano stati convocati.“

“Ad ogni modo, visti i dati confortanti sulle acque pugliesi emersi oggi – aggiungono – ci chiediamo  che senso  abbia il piano di monitoraggio e controllo della contaminazione ambientale delle acque degli invasi del Locone e del Pertusillo approvato con la delibera n.567 del 2017 e finanziato con risorse del Ministero dell’ambiente che sarebbero destinate al piano straordinario per la verifica ambientale nella discarica di Burgesi. Una domanda – concludono i cinquestelle –  a cui speriamo risponda il prima possibile nell’audizione da noi richiesta un mese fa  il Direttore del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio dott.ssa Barbara Valenzano”.