Nardò (Le). Vertenza Porsche. M5S: Dopo la rottura delle trattative chiediamo l’istituzione di un tavolo in Prefettura

0

“La Porsche Engineering non può continuare a giocare con il futuro dei lavoratori.  Dopo mesi di presidio davanti al circuito di Nardò sembrava che l’azienda volesse risolvere la vertenza dei 15 collaudatori  mandati a casa  dopo oltre 20 anni di precariato. Oggi invece apprendiamo che la situazione è di nuovo precipitata e per questo chiederemo alla Prefettura di Lecce l’immediata istituzione di un tavolo a cui convocare azienda, sindacati e istituzioni. I lavoratori e le loro famiglie hanno bisogno di risposte”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Antonio Trevisi e Cristian Casili, dopo la nota diramata dall’USB (unione Sindacale di Base) nella quale il sindacato fa sapere che la Porsche ha interrotto da qualche giorno ogni trattativa, non chiamando più neanche  attraverso il lavoro somministrato, una parte di questi lavoratori che erano tornati parzialmente a lavoro.

Vogliamo capire dal gruppo tedesco il perchè di questo passo indietro – spiegano i consiglieri pentastellati è inconcepibile che il management locale, rispetto al resto d’Italia dove i lavoratori sono giustamente tutelati, qui in Puglia assuma un atteggiamento diverso con i dipendenti che si trovano ad essere discriminati. Noi come sempre – concludono – saremo al loro fianco, sostenendoli nella loro battaglia per una legittima stabilizzazione”.