Vitalizi, Laricchia (#M5S): “Mentre la Camera ne approva l’abolizione in Puglia Emiliano perde l’occasione di anticipare Renzi”

0

La vecchia politica ha creato i vitalizi, li ha difesi e li ha trincerati per anni, dietro solidissimi muri di scuse, mentre legiferava senza vergogna sulle pensioni dei cittadini comuni, riducendole o ritardandole per la buona tenuta dei bilanci del paese.
Oggi, possiamo goderci gli scricchiolii di un muro di scuse che sta per cadere, all’indomani dell’approvazione da parte della Camera del ddl che riforma i vitalizi. Quei solidissimi muri di scuse, dietro cui trincerano tutti i loro privilegi, sono stati colpiti ogni giorno, un po’ alla volta, da quando il Movimento 5 Stelle è entrato in Parlamento, con le nostre proposte ma soprattutto con il nostro esempio. Vorrei ricordare, come prima firmataria di una proposta analoga in Consiglio regionale pugliese, che anche a livello regionale abbiamo lavorato in tal senso. A dicembre 2016, il Consiglio Regionale della Puglia ha infatti bocciato la nostra proposta di legge per abolire i vitalizi degli ex consiglieri regionali e ricalcolarli con il metodo contributivo.

Una proposta bocciata dal voto contrario di tutte le forze politiche di destra e di sinistra, governatore Emiliano compreso nonostante pochi mesi prima in tv avesse affermato di essere contrario ai vitalizi.

Vale la pena ricordarlo perchè ad oggi la nostra proposta di legge regionale giace ancora in attesa di calendarizzazione e se il Parlamento dovesse decidere diversamente da Consiglio Regionale della Puglia, anche i vitalizi degli ex Consiglieri Regionali diventerebbero presto soltanto un brutto ricordo.

Insomma presto in un modo o nell’altro, dovranno fare i conti con il futuro. Noi certamente non molleremo di un centimetro e come è noto “è difficile vincere contro chi non si arrende mai!” (Antonella Laricchia)