Andria, apparecchiature Tac malfunzionanti da oltre un mese all’ospedale Bonomo. Di Bari: Intervenire con la massima urgenza

0

Intervenire con la massima urgenza per dotare l’ospedale Bonomo di Andria di due apprecchiature Tac funzionanti, dal momento che quelle in dotazione al nosocomio sono fuori uso da oltre un mese”. È quanto chiede la consigliera del M5S Grazia Di Bari in una nota inviata a mezzo pec al Direttore Generale della Asl bat dott. Narracci e al Responsabile del Dipartimento Politiche della salute dott. Ruscitti.

 

Dopo diverse segnalazioni ricevute dai cittadinispiega Di Bariho effettuato un sopralluogo nell’ospedale rendendomi conto di persona della situazione. Sembrerebbe che un apparecchio non possa più essere utilizzato in quanto non permette di avere nessun tipo di diagnosi, sottoponendo i pazienti solo a inutili radiazioni, mentre l’altro  è fermo in quanto i pezzi di ricambio sono introvabili perché il modello è obsoleto. È ovvio che la situazione é grave, atteso che il Bonomo è un centro di emergenza urgenza e pertanto non può non avere a disposizione le Tac. Questo comporta – continua la consigliera pentastellata – mettere a rischio la vita dei pazienti e  anche un inutile aggravio di costi, imputabili al trasporto in altra struttura dotata di Tac”

 

Nella nota la consigliera suggerisce l’ipotesi che i macchinari siano  presi in leasing o con la possibilità di aggiornamento tecnologico, in maniera tale che qualsiasi problema possa essere risolto velocemente.

 

Nel frattempoconclude Di Bariauspico un intervento immediato da parte degli organi preposti, magari anche affittando in modo temporaneo la strumentazione. I pazienti hanno il diritto di ricevere le prestazioni diagnostiche di cui hanno bisogno. Noi continueremo a vigilare fino a quando la situazione non sarà risolta in maniera definitiva”.