Partecipazione, il Governo impugna la legge regionale. #M5S: “Avevamo ragione. Legge spot inutile e pericolosa”

0

8

Avevamo definito la legge regionale per la partecipazione inutile e pericolosa, oggi rincara la dose il governo Gentiloni per il quale la legge è addirittura incostituzionale. Emiliano nel tentativo di copiare il nostro programma ha dato vita a una legge spot in cui a decidere su cosa possano esprimersi i cittadini è, in ogni fase, lo stesso Emiliano.

Nel testo infatti si prevede che il Presidente della Regione selezioni cosa ammettere a partecipazione, nomini chi gestisce il processo di partecipazione, e scelga se accettare o meno i suggerimenti dei cittadini.

Se Emiliano ci tiene davvero alla partecipazione, quella vera, diretta, non pilotata da lui come è quella contenuta nella legge, può approvare la nostra proposta che abbassa il quorum per il referendum, introduce il referendum propositivo, riduce il numero di firme necessario a presentare proposte di legge di iniziativa personale, permette ai cittadini di presentare leggi, proposte ed emendamenti riunendosi online, da casa.

Se ci avesse ascoltato in aula, probabilmente la Regione avrebbe evitato l’ennesima figuraccia e perdita di tempo, che la Puglia non può più permettersi.