Zes Adriatica. Bozzetti: Accolta la nostra richiesta di far partecipare al tavolo il Comune di Brindisi

0

Si è tenuto stamane nella sede dell’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia il tavolo di costituzione del gruppo di lavoro per quanto riguarda la Zes del mare Adriatico. Ai lavoro ha preso parte anche il consigliere del MoVimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti.

“Il Gruppo di Lavoro per la Zes del mare Adriatico così come è stato fatto per Taranto – spiega il pentastellato – è sicuramente un utile strumento di confronto tra tutti gli attori interessati, soprattutto per quanto riguarda le singole realtà territoriali, che materialmente potranno poi usufruire dei vantaggi dati dalla zona economica speciale. Ovviamente al momento c’è stata solo una prima interlocuzione generale in quanto si attende l’emanazione del decreto attuativo che andrà a definire anche geograficamente i limiti di attivazione dell Zes, oltre che i criteri di assegnazione dei fondi e la quantificazione degli stessi, e i vari sgravi che lo stato concederà alle aziende. Per questo – aggiunge – attualmente riteniamo sospeso ogni giudizio di merito, dopodichè potranno essere presentate concrete proposte che verranno vagliate all’interno del tavolo del gruppo di lavoro coordinato dall’assessorato competente”.

Nel corso della riunione, come preannunciato ieri, Bozzetti ha chiesto la partecipazione del Comune di Brindisi ai prossimi tavoli.

“Sono soddisfatto – spiega il consigliere cinquestelle – che la richiesta sia stata subito accolta dall’Assessorato, ristabilendo anche un equità territoriale all’interno del gruppo di lavoro; ho quindi provveduto ad informare tempestivamente anche il commissario Giuffrè dell’iniziativa. Ricordiamo infatti che il porto di Bari e il porto di Brindisi sono i due porti più grandi presenti all’interno dell’ Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico, per questo ritenevamo opportuno prevedere oltre ad una rappresentanza del Comune di Bari e della Città Metropolitana, anche quella dell’amministrazione comunale brindisina. Riteniamo fondamentale – conclude – il contributo che tutti i soggetti coinvolti potranno dare per la migliore riuscita del progetto di sviluppo dell’intero sistema portuale e retroportuale Adriatico pugliese”.