Gravina, chiusura ufficio della Commissione Invalidi Civili. Conca scrive al Direttore della ASL/Ba: Scelta da rivedere

0

“Quali sono le motivazioni che hanno portato la ASL di Bari a decidere di chiudere l’ufficio Commissione Invalidi Civili di Gravina?”. È quanto chiede il consigliere del M5S Mario Conca in una lettera indirizzata al Direttore Generale della ASL/ Ba Vito Montanaro, sottolineando i disagi per i cittadini, privati di un servizio fondamentale.

 

Nei giorni scorsi ho interessato della questione  anche il direttore del dipartimento della Prevenzione, dottor Lagravinesecontinua il pentastellato –  il quale mi ha detto  che le sedi delle Commissioni Invalidi Civili sono state definite da una delibera organizzativa aziendale del 2014. Una scelta che va assolutamente rivista nell’interesse di persone fragili e sempre più indifese. Un’azienda sanitaria dovrebbe puntare alla mobilità interna delle proprie risorse umane, piuttosto che costringere i suoi assistiti a muoversi nei comuni limitrofi tra mille difficoltà. Negli anni – incalza Conca – Gravina ha già scontato la chiusura della farmacia territoriale e ci dobbiamo accontentare del punto distributivo che apre un pomeriggio a settimana, con evidenti disagi per tutti i malati cronici e invalidi che spesso lamentano difficoltà di approvvigionamento. Nelle more che la Regione Puglia stipuli una convenzione con l’Inps, oggetto di una mia mozione, per eliminare definitivamente questo inutile e anacronistico doppio passaggio a visita – conclude – ho chiesto al Direttore Montanaro di riaprire al più presto l’ufficio all’interno del PTA di Via San Domenico, che ospitava la Commissione”.