LE “BUONE USCITE” DEI CONSIGLIERI REGIONALI (OGGI CANDIDATI) DELLA PASSATA LEGISLATURA. QUANTO HANNO RESTITUITO AI CITTADINI?

0

I consiglieri regionali uscenti nella passata legislatura hanno percepito, oltre al loro lauto stipendio di circa 10.000€ al mese per 5 anni, anche un bello stipendio di liquidazione (una vergogna che per fortuna è stata abolita nel 2012). PARLIAMO DI CIFRE VERGOGNOSE.

Tra questi ci sono volti noti (come l’attuale presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo (PD) o l’assessore regionale Michele Mazzarano (PD)) e anche ben 15 candidati alle elezioni del 4 marzo, ecco l’elenco:

CANDIDATI CON “FORZA ITALIA”
– ROCCO PALESE – 458.140€
– MASSIMO CASSANO – 198.800€
– MICHELE BOCCARDI – 69.150€
– GIANDIEGO GATTA – 69.150€

CANDIDATO CON “FRATELLI D’ITALIA”
– SAVERIO CONGEDO – 328.480€

CANDIDATI CON “NOI CON L’ITALIA”
– GIANFRANCO CHIARELLI – 198.800€
– IGNAZIO ZULLO – 198.800€

CANDIDATI CON IL “PARTITO DEMOCRATICO”
– ELENA GENTILE – 198.800€
– DARIO STEFANO – 198.800€
– FABIANO AMATI – 90.900€
– SERGIO BLASI – 69.150€
– FILIPPO CARACCIOLO – 69.150€
– GIOVANNI EPIFANI – 69.150€

CANDIDATI CON LEGA – SALVINI
– ANDREA CAROPPO – 69.150€
– ROBERTO MARTI – 69.150€

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Puglia qualche giorno fa hanno staccato un nuovo maxi assegno per i pugliesi da oltre 390.000€ recuperati grazie al taglio dei nostri stipendi.Di questi, circa 250.000 andranno alle scuole pugliesi grazie al progetto #FacciamoScuola (leggi => https://goo.gl/PcinAf) e con i primi 132.000€ abbiamo potuto acquistare sale cinema e attrezzature mediche per tutte le pediatrie di Puglia (guarda il video => https://goo.gl/Mupv1r).

Tutto ciò, lo ripetiamo, con “soli” 132.000€.

Qualche settimana fa il nostro candidato premier Luigi Di Maio ha chiesto ai leader di tutte le altre forze politiche di impegnarsi insieme a noi nella riduzione dei compensi dei parlamentari, naturalmente NON C’E’ STATA RISPOSTA.

Non sappiamo se i soggetti elencati sopra (molti di quali percepiranno anche il vitalizio) abbiano mai restituito un solo euro ai cittadini ma, alla luce delle cifre che leggiamo sopra, vorremmo chiedere a voi cittadini pugliesi di girare questa richiesta a loro e a tutti i candidati dei partiti perchè si impegnino a dimezzarsi, come noi, lo stipendio una volta eletti ed a farsi portavoce presso i propri leader di questa nostra richiesta.

LE FAMIGLIE ITALIANE SONO SERIAMENTE IN CRISI, CHI SI CANDIDA A RAPPRESENTARLE NON PUO’ CONTINUARE A FREGARSENE.

#TAGLIATEVILOSTIPENDIO