Tavolo in Regione su Santa Teresa e Albaservice. M5S: “Incontro positivo, ora Emiliano vada a Roma e rispetti gli impegni presi”

0

Il Movimento 5 Stelle segue dal primo momento la delicata situazione dei lavoratori della Santa Teresa S.p.A. e dell’Albaservice di Lecce (società partecipate delle rispettive province) a tutti i livelli istituzionali, sia in regione grazie al lavoro del nostro portavoce Gianluca Bozzetti che a Roma grazie all’impegno dei nostri parlamentari Anna Macina e Nunzio Angiola.

Proprio grazie ad una richiesta formale della nostra parlamentare Anna Macina abbiamo infatti appreso che LA CASSA INTEGRAZIONE NON È STATA AUTORIZZATA a causa di un’interpretazione restrittiva di una norma della legge di stabilità, da parte del Ministero; per queste ragioni, questo pomeriggio abbiamo partecipato ad un incontro con i lavoratori tenutosi nella sede del Consiglio regionale, nel corso del quale abbiamo sollecitato l’intervento del Presidente Emiliano per cercare una soluzione a Roma con gli uffici competenti che si è impegnato a recarsi personalmente al Ministero del Lavoro la prossima settimana per richiedere lo sblocco della cassa integrazione.

Siamo di fronte, ad un vero e proprio stallo politico, seppure celato sotto le forme di una questione giuridica. Il destino dei lavoratori, infatti, dipende in concreto dal fatto che gli uffici abbiano o no prestato fede ad una circolare ministeriale del novembre 2016 che concedeva agli uffici competenti la possibilità di emettere i provvedimenti concessori in questione anche fino al 31 dicembre 2017. E’ UNO STALLO CHE SOLO IL MINISTERO DEL LAVORO PUÒ RISOLVERE adottando, come il M5S fortemente auspica, una posizione diversa e più attenta alle rilevanti questioni sociali in campo. In una missiva questa volta indirizzata alla Regione Puglia, abbiamo anche invitato la stessa ad INTERESSARE LA CORTE DEI CONTI per un parere sul tema.

Nel frattempo, nel corso dell’incontro pomeridiano, al fine di restituire un po’ di “ossigeno” alla Santa Teresa e ai suoi lavoratori , abbiamo chiesto al presidente Emiliano anche un impegno per sbloccare dei progetti presentati BEN 4 MESI FA dalla Provincia di Brindisi a dicembre per conto della Santa Teresa che riguardavano la manutenzione stradale per i quali purtroppo non è mai arrivata una risposta da parte dell’assessorato del lavoro regionale.
Allo stesso modo abbiamo chiesto di accelerare anche l’iter per il ricollocamento di tre lavoratori della Santa Teresa nel centro di prima accoglienza faunistico della Provincia.

Siamo soddisfatti degli impegni presi oggi e verificheremo che vengano rispettati nel più breve tempo possibile. Questi lavoratori stanno pagando le conseguenze del DISASTRO DELLA LEGGE DELRIO e non devono essere lasciati soli. Dal canto nostro continueremo a sostenerli ed a mantenere alta l’attenzione su quanto sta succedendo, nella speranza di poter dare loro al più presto notizie positive. (Gianluca Bozzetti)