Treni FSE poco sicuri. Trevisi: Stipulare un accordo con istituti di vigilanza privata

0

“Quanto accaduto nei giorni scorsi dimostra ancora una volta la necessità di un accordo tra le Ferrovie del Sud Est e gli istituti di vigilanza privata per garantire la sicurezza dei viaggiatori”. Così il consigliere del M5S Antonio Trevisi, in seguito alla notizia riportata dagli organi di stampa di una ragazza 25enne molestata su un  treno delle FSE in pieno pomeriggio.

Quasi un anno faspiega il consigliere pentastellatoho depositato un’interrogazione diretta all’allora assessore ai trasporti Giannini per chiedere quali misure l’assessorato volesse adottare per garantire personale a sufficienza  e sicurezza per utenti e dipendenti dei treni FSE sulle linee ferroviarie salentine. Da allora niente è stato fatto e gli utenti continuano a viaggiare su treni vecchi e poco sicuri. Bisogna intervenire quanto prima per evitare che episodi simili possano ripetersi in futuro”.

Trevisi torna a chiedere interventi di adeguamento dei mezzi delle Ferrovie Sud-Est sulle linee ferroviarie salentine e maggiore sicurezza per il personale.

In diverse occasioni – continua il consigliere cinquestelle – i capi stazione di turno sono stati costretti a fare i conti, praticamente da soli, con gruppi di facinorosi. Purtroppo la polizia ferroviaria è presente solo nelle stazioni principali, per questo torno a chiedere la presenza di agenti di vigilanza sui treni che possano effettuare un controllo all’accesso del vagone prima della partenza, anche per contrastare l’evasione dei pagamenti. In questo modo – conclude Trevisi – sarebbe possibile aumentare anche gli introiti che potrebbero garantire la copertura dei costi per un servizio di qualità”.