Emiliano e la sua maggioranza svendono la vita dei pugliesi alle lobby del gioco d’azzardo

0

Emiliano e la sua maggioranza svendono la vita dei pugliesi alle lobby del gioco d’azzardo

ECCO COSA E’ SUCCESSO:
lo scorso 27 settembre 2018 in III Commissione Sanità, tutti i componenti dei vecchi partiti di maggioranza e opposizione hanno votato favorevolmente alla proposta presentata dal consigliere della maggioranza di Emiliano, Ernesto Abaterusso (LEU), che prevede la SOSPENSIONE DELL’APPLICAZIONE DELLA LEGGE DI CONTRASTO AL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO nella parte in cui obbliga al rispetto della distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili (come ad esempio le SCUOLE frequentate dai nostri ragazzi) da parte di coloro che hanno slot machine, vlt e centri scommesse.

Si tratterebbe quindi di concedere una ULTERIORE PROROGA A GESTORI DI SLOT E CENTRI SCOMMESSE nonostante abbiano avuto ben 5 anni per adeguarsi alla normativa. Un BEL FAVORE alle lobby del gioco probabilmente in vista delle prossime elezioni.

SONO TUTTI COMPLICI.
Hanno votato a favore della proposta il Presidente Romano, i consiglieri di maggioranza (Pellegrino, Longo, Borraccino e Amati) e quelli delle altre forze di opposizione (De Leonardis, Marmo e Pendinelli, Manca).

IL RESPONSABILE N°1 SI CHIAMA MICHELE EMILIANO, assessore alla sanità e presidente di Regione. Colui che ha avuto il coraggio in passato di partecipare addirittura a spot contro il gioco d’azzardo e che sui giornali si era vantato del fatto che la Puglia avesse la migliore legge di contrasto al GAP (dichiarata legittima dalla Corte Costituzionale con la pronuncia n. 108 del 2017 proprio sul presupposto che la distanza dai luoghi sensibili tutela la salute) salvo poi permettere alla sua maggioranza di votare favorevolmente ad un emendamento talmente pesante, probabilmente consapevole di essere il primo a poter usufruire di vantaggi elettorali da questo provvedimento. NON A CASO IN QUESTE SETTIMANE SI E’ REGISTRATO IL SUO SILENZIO ASSORDANTE.

Ricordiamo che solo in Puglia le famiglie di chi è colpito da questa grave patologia bruciano quasi 6 MILIARDI DI EURO all’anno.

SIA CHIARO: per approvare questa proposta di legge anche in Consiglio regionale dovrete passare sui nostri cadaveri.

#NONAZZARDATEVI – NESSUNO GIOCHI CON LA VITA DEI PUGLIESI.