L’AMMUCCHIATA DI EMILIANO BLOCCA LA PUGLIA

0

Volete sapere a cosa porta la spartizione “portavoti” di Emiliano tra gente di destra, sinistra, centrosinistra, centrocentro, centrodestra e chi più ne ha più ne metta? ALLA INGOVERNABILITÀ’, tradotto: I PROBLEMI DEI PUGLIESI NON VENGONO RISOLTI perchè le mille anime della maggioranza passano più tempo a litigare per mettersi d’accordo su COME risolvere i problemi, che a risolverli.

ECCO ALCUNI ESEMPI DI QUANTO ACCADUTO SOLO NEGLI ULTIMI DUE GIORNI:

IERI
– La seduta congiunta tra le Commissioni IV e V riunitesi per discutere della proposta di legge sulle attività estrattive, in discussione da mesi, è stata rinviata perchè il neo-assessore Borraccino (piazzato in Giunta da Emiliano per cercare di prendere non si sa bene quali e quanti voti di “sinistra”) ora ha bisogno di tempo per “studiarsi tutte le carte”.
– La discussione in V Commissione invece è stata rimandata perché l’assessore competente non si è neanche presentato.

OGGI
– In III Commissione sanità si discute la proposta di legge su un tema drammatico come quello delle LISTE D’ATTESA IN PUGLIA. Sul tema ha già presentato una proposta di legge il consigliere di maggioranza Amati, proposta che si è GIA’ deciso di discutere nel prossimo Consiglio. Peccato che il suo collega di maggioranza Pellegrino non sia d’accordo con Amati e “per fargli un dispetto”, anzichè provare a modificare o integrare la sua proposta di legge, ne ha presentata una ex novo sullo STESSO IDENTICO TEMA. Dunque i consiglieri di III Commissione oggi sono stati costretti ad ascoltare DI NUOVO le stesse associazioni già ascoltate in occasione della discussione della proposta di legge di Amati. E nel frattempo i pugliesi in lista d’attesa possono continuare ad ATTENDERE.

Non si contano più i Consigli saltati per mancanza del numero legale e commissioni rinviate o che non possono approvare le proposte di legge per l’assenza degli assessori competenti. Gruppi politici e dirigenti non sanno neanche più a chi devono fare riferimento per avere risposte pertinenti sui problemi della Puglia che continuano ad essere sempre di più e sempre più gravi.

Se già oggi siamo a questo punto lasciamo ai pugliesi immaginare cosa accadrà fino al 2020, visto che Emiliano nel tentativo disperato di arginare il M5S, sta “mettendo dentro tutti” (Cassano, Di Cagno Abbrescia, Schittulli, Borraccino, Stea e probabilmente anche il TUO vicino di casa. Prova a chiederglielo!)

La spartizione di poltrone di Emiliano ha condannato, sta condannando e condannerà questa regione alla totale ingovernabilità.

4 milioni di cittadini sono costretti a fare sacrifici, pagare tasse e sopportare disservizi per pagare lo stipendio e soddisfare le ambizioni di un uomo solo: Michele Emiliano.

Tutto ciò non può continuare.