L’ATTACCO ALLA DEMOCRAZIA IN PUGLIA È UN CASO NAZIONALE. IN PARLAMENTO SI DISCUTE DELLA GRAVE DERIVA AUTORITARIA NEL CONSIGLIO REGIONALE

0

 

Anche il Parlamento italiano ha iniziato a discutere dei gravissimi fatti accaduti in #Puglia nelle ultime settimane. I portavoce M5S alla Camera dei deputati (in questo video grazie alla portavoce Valentina Palmisano ) hanno denunciato anche a Roma la deriva autoritaria del Consiglio regionale pugliese.

Un vero e proprio disegno SENZA PRECEDENTI dei partiti di destra e sinistra per eliminare, prima delle elezioni, i componenti M5S dai tavoli delle Commissioni nelle quali si discuteranno le prossime regole elettorali.

Prima la decisione presa con metodi fascisti, contro il regolamento e fuori da ogni logica, del presidente Loizzo di eliminare un componente dalla VII Commissione dove si discuterà la legge elettorale.

Successivamente, solo il giorno dopo, sono partiti gli improvvisi attacchi coordinati dai due partiti (sempre alleati a Bari come a Roma): Forza Italia (in particolare Nino Marmo) e Partito Democratico (Fabiano Amati e Sergio Blasi) nei confronti di Rosa Barone, la presidente M5S della Commissione antimafia pugliese, commissione fortemente voluta dal M5S in Puglia che si occupa anche delle tematiche legate al voto di scambio politico-mafioso.

Quanto sta accadendo è un attacco alla democrazia che NON HA PRECEDENTI. I partiti stanno cercando di fermare l’avanzata del M5S in Puglia per favorire, con ogni mezzo, quelli che saranno i loro candidati, uno tra tutti Michele Emiliano.

La nostra unica possibilità e farvi sapere quanto sta accadendo e chiedervi di farlo sapere a quanti più cittadini pugliesi possibile.

DIFENDETE IL VOSTRO DIRITTO AL VOTO QUALUNQUE ESSO SIA! CHI AMA LA DEMOCRAZIA NON PUO’ RIMANERE IN SILENZIO!

#VotoLibero
#FuoriLaMafiaDalloStato
#IoStoConRosaBarone