Innovapuglia. M5S chiede l’immediata risoluzione della vertenza e l’istituzione di un tavolo di confronto regionale

0

L’agenzia regionale Innovapuglia resta ancora senza forma organizzativa e forse perderà dipendenti. Il Movimento 5 Stelle aveva già richiesto lo scorso febbraio chiarimenti in merito alle prospettive di governance e occupazionali dei lavoratori, ma a seguito dei recenti comunicati delle RSU di InnovaPuglia che denunciano ancora una serie di problematiche inerenti una non totale attuazione dell’accordo del 7 marzo 2018, i consiglieri del M5S Antonella Laricchia, Gianluca Bozzetti e Grazia Di Bari tornano a interrogare Emiliano e la sua Giunta.

 

“Chiediamo alla Regione – spiegano i pentastellati – di risolvere al più presto la vertenza e l’immediata istituzione di un tavolo tecnico regionale di confronto sulle prospettive di InnovaPuglia, come già proposto nella precedente interrogazione e dall’assemblea dei dipendenti alla presenza anche Gabinetto di Presidenza e dell’Assessorato allo Sviluppo Economico”.

 

Le RSU, nel comunicato della Rappresentanza Sindacale Unitaria del 18 ottobre 2018, denunciano la mancanza di un Piano Industriale della società finalizzato a definire gli obiettivi del prossimo triennio, gli ambiti di intervento e la necessità di risorse umane; le relazioni Industriali scadenti; le criticità sulla validità e attuazione dell’Accordo di prossimità sottoscritto; la (mancata) attuazione dell’Accordo sul piano della Valorizzazione delle Professionalità sottoscritto il 31 luglio 2018.

 

“La situazione è preoccupante – dichiarano Laricchia, Bozzetti e Di Bari – anche dal punto di vista occupazionale poiché l’azione di Regione, Consiglio di Amministrazione e Management, volta ad intervenire su diversi aspetti, tra cui anche il completamento del Modello organizzativo MAIA e la creazione dell’Agenzia Strategica Regionale per l’Innovazione e la Riforma della Pubblica amministrazione, mette in discussione delle quote di occupazione mettendo a rischio anche la tenuta economica-finanziaria della società a partire dai primi mesi del 2019. Pertanto chiediamo al Presidente Emiliano e agli assessori Nunziante, Borraccino e Leo di ricevere copia del Piano Industriale di InnovaPuglia e sapere quali siano i tempi per il completamento del Modello Organizzativo Regionale MAIA. Il compito di Innovapuglia è semplificare il rapporto con le pubbliche amministrazioni e contenere e razionalizzare la spesa pubblica – concludono – non lasciamo allo sbaraglio un ente che dovrebbe essere in grado di offrire supporto”.