Strutture di riabilitazione psichiatrica. Galante: Potenziare gli organici per garantire la migliore assistenza ai pazienti

0

 

 

Il consigliere del M5S Marco Galante ha depositato un’interrogazione diretta al presidente/assessore Michele Emiliano e all’Assessore al  Welfare Salvatore Ruggeri, in merito alla situazione del personale che opera nelle strutture residenziali terapeutiche riabilitative ed in particolare nei CRAP (Comunità Riabilitative Assistenziali Psichiatriche).

Da tempo ormai dichiara Galante chiedo alla Regione di modificare gli attuali Regolamenti in vigore, in modo da recepire quanto stabilito dalla Conferenza Stato-Regioni del 13/6/2013 e di potenziare gli organici delle strutture di riabilitazione psichiatrica. Purtroppo  negli anni la Regione Puglia ha posto in essere delle modifiche all’assetto organizzativo del personale delle CRAP ma mutandolo in peggio poiché è stata ridotta la pianta organica e non sono stati considerati quei casi in cui determinate tipologie di pazienti necessitano di assistenza h24 da parte degli infermieri”.

Con Delibera n. 1144 del 2018 la Regione Puglia ha adeguato le tariffe delle strutture di riabilitazione psichiatrica, andando a ritoccare molte voci di costo, tranne quelle relative a personale e organici. Inoltre  va considerato che sia per le CRAP (ove sono previsti trattamenti terapeutici h24) che per le Comunità Alloggio (con copertura terapeutica h12), la regolamentazione vigente prevede la presenza indistinta di Collaboratori Professionali Sanitari (infermieri, educatori professionali, personale della riabilitazione) o Collaboratori Professionali Assistenti Sociali senza tener conto delle specificità delle singole professioni, dei relativi profili professionali e ambiti di competenza.

“In questo modocontinua il pentastellatosi determina un miscuglio di ruoli che va assolutamente rimosso e sanato. Per questo chiedo agli Assessori interessati come intendano agire per far sì che i regolamenti regionali vigenti si conformino a quanto sancito a livello statale, anche con riferimento alle figure di coordinamento, e quali azioni intendano intraprendere per garantire la migliore qualità possibile di assistenza ai pazienti delle strutture riabilitative psichiatriche”.