Budget per i laboratori analisi accreditati. Trevisi: La ripartizione deve tener conto del fabbisogno di assistenza sanitaria sui territori

0

La conferma dei budget assegnati nel 2018 ai laboratori analisi accreditati anche per il 2019, indipendentemente dalla verifica dell’effettiva utilizzazione da parte della struttura dell’intero importo assegnato, non garantisce il diritto del cittadino alla libera scelta dell’operatore al quale rivolgersi. Per questo chiedo di sospendere con effetto immediato la circolare della Regione dell’1/3/2019”. Così il consigliere del M5S Antonio Trevisi, che ha depositato un’interrogazione indirizzata all’assessore alla Sanità Emiliano sui budget destinati ai laboratori analisi.

“La ripartizione del budget per i laboratori analisi – dichiara Trevisi – dovrebbe tener conto dell’effettivo fabbisogno di assistenza sanitaria del singolo territorio e del livello qualitativo delle prestazioni che le singole strutture sono in grado di poter garantire. Vorremmo capire se alle riunioni  per la riorganizzazione della rete dei laboratori analisi abbiano preso parte associazioni di categoria realmente rappresentative di un numero considerevole di strutture e se è stata adeguatamente garantita la rappresentatività sia dei piccoli laboratori che di quelli di notevoli dimensioni ad elevata specializzazione. E’  necessario poi verificare se la decisione di cristallizzare i budget del 2018 per le strutture che si aggregano indipendentemente dalla verifica di effettiva saturazione del budget medesimo da parte delle stesse sia rispettosa del diritto alla libera scelta dei cittadini e non comporti invece una distorsione dell’offerta.