Agricoltura. Romano rifiuta assessorato all’agricoltura. Casili (M5S). “Comprendiamo le motivazioni di questo no dopo quattro anni di politiche fallimentari”

0

 

Nota del consigliere del M5S Cristian Casili

 

“Il consigliere Romano rifiuta l’offerta dell’assessorato all’Agricoltura a meno di 24 ore da quanto riferito in aula ieri dall’ex assessore Di Gioia sulle presunte irregolarità nella gestione del PSR. Scrive che aveva già maturato questa decisione, ma ci lasci il beneficio del dubbio vista la tempistica. Può stare tranquillo, non solo Emiliano, ma tutti noi capiamo bene le motivazioni di questo no. Sappiamo che Emiliano quando si tratta di distribuire poltrone possiede risorse illimitate, ma questa dell’agricoltura sembra una sfida al limite dell’impossibile visti i disastri di questi anni che hanno fatto precipitare quello che dovrebbe essere il settore trainante della nostra economia. Una legge per la riforma dei Consorzi di bonifica praticamente inattuata; l’Arif i cui commissari cambiano con una frequenza imbarazzante e che manca di qualunque programmazione e pianificazione per la sua attività; campagne senz’acqua per la manutenzione inesistente degli impianti; vivaisti allo stremo e ultimo posto stabile negli anni nell’avanzamento della spesa del PSR, tanto da essere stati praticamente commissariati dall’Europa. In questo quadro desolante attendiamo ancora che Emiliano si presenti nella Commissione competente per dirci come intende migliorare le cose e la sua visione politica (ammesso che ne abbia una). Sarebbe bastato anche un intervento ieri in Consiglio, ma ha rifiutato con la scusa di un incontro sulla SIA di Cerignola (a cui avrebbe potuto partecipare l’assessore all’Ambiente che invece è rimasto in aula) e dicendo che avrebbe parlato dopo. Al momento tutto ancora tace. In questo quadro non solo a Romano (e a Pentassuglia prima di lui) va tutta la nostra comprensione, ma soprattutto vanno i nostri migliori auguri a chi deciderà di accettare questa nomina. Ne avrà più che bisogno”.