Consiglio di Indirizzo e Verifica IRCCS Giovanni Paolo II. M5S: “Emiliano proceda a designare le nomine di sua competenza”

0

“Come per la nomina dei componenti regionali dei Collegi dei Revisori dei Conti delle Asl pugliesi, anche questa volta ci tocca sollecitare Emiliano affinché proceda all’immediata designazione delle nomine di sua competenza nel Consiglio di Indirizzo e Verifica (CIV) dell’IRCSS “Giovanni Paolo II” i cui componenti si sono dimessi il 14 marzo 2017”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Antonella Laricchia e Marco Galante, che lo scorso ottobre hanno inviato una diffida ad adempiere al presidente Emiliano.

 

La legge regionale 26 maggio 2017 n. 17 all’art.4 prevede che il Consiglio di indirizzo e verifica, nominato con deliberazione di Giunta regionale, sia composto da tre componenti, dei quali uno designato dal presidente della Regione, uno dal ministro della Salute, e un terzo, con funzioni di presidente, designato dal presidente della Regione d’intesa con il ministro della Salute. A quest’organo spettano funzioni importanti come la definizione degli indirizzi strategici dell’istituto e  l’approvazione dei programmi annuali e pluriennali di attività; la conseguente assegnazione al direttore generale degli obiettivi annuali di salute e assistenziali e la verifica della corrispondenza delle attività svolte e dei risultati raggiunti rispetto agli indirizzi strategici e agli obiettivi predeterminati. Entro il 30 giugno il CIV deve inviare una relazione all’assessore regionale alla Sanità con i risultati della verifica e, in caso di risultato negativo, anche con le eventuali  misure da adottare.

 

A causa della superficialità della Giunta Emiliano – continuano i pentastellati – il CIV non può esercitare le sue funzioni, proprio come accaduto per anni ai Collegi dei Revisori delle Asl. Ormai è chiaro che senza le nostre diffide Emiliano dorme, e auspichiamo  di non dover aspettare altri mesi. L’ennesima dimostrazione della totale incapacità di amministrare la Regione Puglia, caratteristica che lo contraddistingue dall’inizio del suo mandato”.