Mesagne (Br). Frequenti interruzioni nella fornitura dell’acqua. Bozzetti (M5S) scrive ad AqP per avere chiarezza

0

“Da lungo tempo nel comune di Mesagne si rilevano frequenti interruzioni nella fornitura dell’acqua, che causano disagi a cittadini e attività commerciali. È necessario chiarire ai cittadini, ormai esasperati, il perchè di questi continui disservizi. Così il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti, che ha inviato una lettera ad AqP per segnalare la situazione e chiedere e quali soluzioni intenda adottare l’ente.  

 

La riduzione del flusso di acquacontinua Bozzettisi rileva soprattutto nelle ore serali, creando danni notevoli ai ristoratori e alle utenze domestiche, con il rischio di far sorgere seri problemi igienico-sanitari.  E poco cambia se si è dotati o meno di autoclave: il problema è avvertito indistintamente. AqP non può continuare a restare in silenzio, ma ha il dovere di informare i cittadini sulla causa di queste interruzioni, che ormai si verificano da più di un anno”.

 

Il 27 febbraio 2019, Acquedotto Pugliese ha comunicato che a settembre  2018 è stato avviato un piano di investimenti capillari di 5 milioni di euro nel territorio di Mesagne per realizzare opere di miglioramento delle reti idriche e fognarie nel centro storico. Nello specifico, sono previsti 2,7 chilometri di nuove condotte idriche e di 3,7 chilometri di nuovi collettori fognari, la sostituzione di quasi 150 pozzetti di fognatura e l’allacciamento di quasi 400 utenze idriche e fognarie. La conclusione degli interventi è prevista nel mese di dicembre di  quest’anno.

 

“Sono numerose, continue e soprattutto legittime le lamentele dei cittadini esasperati da questa perdurante situazione. L’ente (AQP) conclude Bozzetti dica chiaramente se l’abbassamento di pressione è dovuto a questi lavori o ad altri fattori connessi a problematiche della rete. Dopo un primo comunicato diffuso lo scorso febbraio non si è più avuta alcuna notizia, ma i problemi continuano a persistere. È arrivato il momento di fare chiarezza e risolvere una volta per tutte questo disservizio”.