Home Agricoltura Banca della Terra. Casili (M5S): Molti Comuni ancora inadempienti. Regione nomini Commissario ad Acta come previsto dalla legge
Banca della Terra. Casili (M5S): Molti Comuni ancora inadempienti. Regione nomini Commissario ad Acta come previsto dalla legge

Banca della Terra. Casili (M5S): Molti Comuni ancora inadempienti. Regione nomini Commissario ad Acta come previsto dalla legge

0

Parere favorevole in IV Commissione alla delibera di Giunta con l’elenco provvisorio dei terreni agricoli di proprietà della Regione ed Enti da essa controllati idonei all’affidamento in concessione o locazione, in attuazione di quanto previsto dalla legge regionale che ha istituito la “Banca della Terra di Puglia”, a prima firma del consigliere del M5S Cristian Casili.

“La legge – spiega Casiliè nata per favorire l’accesso all’agricoltura e contrastare l’abbandono  e il consumo dei suoli agricoli. Tra i punti principali c’è la semplificazione delle procedure di accesso a terreni agricoli e fabbricati pubblici e privati abbandonati, attraverso la creazione del  portale online ‘Banca della Terra di Puglia’, al quale si potrà accedere per  visionare un elenco di terreni e fabbricati abbandonati censiti dai Comuni, da aggiornare ogni anno. Purtroppo devo sottolineare l’inadempienza da parte di molte amministrazioni nel censire i terreni e trasmettere le informazioni e ovviamente non mi riferisco solo a questo periodo, in cui hanno dovuto fronteggiare la pandemia. La norma prevede in questi casi di inadempienza da parte dei Comuni la nomina del segretario generale come Commissario ad acta, per questo vorrei capire se la Regione intenda muoversi in qualche modo. Ho chiesto anche di sapere se sia stato predisposto il sito ‘Banca della Terra di Puglia’ accessibile per tutti i Comuni e se si possa dare la massima diffusione all’elenco approvato oggi.  In un momento di forte crisi come quello che stiamo vivendo è importante creare nuove opportunità di lavoro a tutti coloro che sono interessati ad avviare nuove attività agricole.  Ora serve che la Regione s’impegni a farla applicare da tutti i Comuni in modo da permetterne una ampia e concreta attuazione”.