Home Lavoro Cassa integrazione in deroga: tracciamo le pratiche implementando il modello informatizzato
Cassa integrazione in deroga: tracciamo le pratiche implementando il modello informatizzato

Cassa integrazione in deroga: tracciamo le pratiche implementando il modello informatizzato

0

La prossima settimana l’assessore Sebastiano Leo farà in Commissione Lavoro il punto sulla cassa integrazione guadagni in Deroga, riferendo anche quanto emergerà nell’incontro di giovedì con la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. In quell’occasione illustreremo il contenuto della MOZIONE che abbiamo depositato oggi, per chiedere di implementare un modello informatizzato, che consenta la tracciabilità delle pratiche, in modo da CONOSCERE LO STATO DELLE PRATICHE delle aziende che hanno fatto richiesta della CIGD.

Vista l’emergenza Covid19, è normale che ci sia stato uno straordinario ricorso agli ammortizzatori sociali, per i quali è necessario un altrettanto STRAORDINARIO IMPIEGO DI RISORSE, sia umane che economiche.
Servono interventi specifici e mirati a sostegno dei LAVORATORI e delle IMPRESE, attraverso la collaborazione fra le istituzioni e gli attori sociali, che operano sul territorio, ed è fondamentale che questa collaborazione venga rafforzata.
Così come è fondamentale NON LASCIARE CHE LAVORATORI E CONSULENTI BRANCOLINO completamente NEL BUIO.

SERVE una comunicazione chiara e CHE GLI UTENTI POSSANO VERIFICARE LO STATO DELLE LORO PRATICHE, per capire anche i tempi di erogazione del contributo.
Infatti, lo scorso 20 marzo, la Regione ha approvato, con le organizzazioni sindacali e datoriali, l’Accordo Quadro per la concessione del trattamento della Cassa Integrazione in Deroga e la stessa Regione, per gli ammortizzatori sociali, è stata destinataria, da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di due tranche rispettivamente di 106,5 milioni di euro e 120 milioni di euro per il trattamento della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD), per UN TOTALE DI 226,5 MILIONI DI EURO.

Secondo le ricognizione effettuata dagli Uffici della Sezione Lavoro, IN PUGLIA HANNO FATTO DOMANDA di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga 30.692 IMPRESE, per un totale di 106.142 LAVORATORI INTERESSANTI.
Rispetto alle domande pervenute ci sono sempre più richieste di chiarimenti sulle tempistiche di lavorazione delle pratiche processate. Per questo chiediamo alla Regione un sistema che consenta ai beneficiari di sapere a che punto sia la propria pratica e se ci sia bisogno di integrazioni alla documentazione o se siano sorti eventuali intoppi.

Un modo di fare che porterebbe maggiore CHIAREZZA e una maggiore FIDUCIA nelle istituzioni, oltre che TRASPARENZA amministrativa.