Home Ambiente Dissalatore a servizio delle Isole Tremiti. Barone: Dopo anni di battaglie si hanno dei tempi per la realizzazione
Dissalatore a servizio delle Isole Tremiti. Barone: Dopo anni di battaglie si hanno dei tempi per la realizzazione

Dissalatore a servizio delle Isole Tremiti. Barone: Dopo anni di battaglie si hanno dei tempi per la realizzazione

0

Da anni mi batto per la realizzazione del dissalatore a servizio delle Isole Tremiti, e ho presentato due interrogazioni e inviato diverse note all’Acquedotto pugliese. Non posso che essere felice dell’investimento di 3,5 milioni di euro previsto da AqP nel piano di interventi 2020 – 2023 per realizzare l’opera tanto attesa, il cui progetto di fattibilità risale al 2016. Il dissalatore permetterà all’amministrazione comunale di affrancarsi dall’attuale servizio di rifornimento dell’acqua potabile attraverso le navi cisterna e alla Regione di risparmiare ogni anno la somma di quasi 2 milioni di euro per la fornitura di acqua”. Lo dichiara la consigliera del M5S e assessora al Welfare Rosa Barone. 

Il 27 agosto 2020 è stata avviata la Conferenza di Servizi  preliminare alla realizzazione dell’opera  presso l’Autorità Idrica Pugliese, conclusa il 21 gennaio 2021 con prescrizioni. È stata anche avviata la procedura di consultazione con l’Autorità Ambientale per la definizione dei contenuti dello studio d’Impatto Ambientale. Il 30 aprile è pervenuta ad AqP la Determina del SERVIZIO VIA e VIncA di chiusura del procedimento con allegate la nota con cui l’Ente Parco del Gargano, gestore dell’area marina protetta Isole Tremiti , chiedeva uno studio di dettaglio dell’ecosistema marino e i pareri di Demanio, Arpa e Comitato VIA. Le richieste di integrazione pervenute dalla Conferenza dei Servizi e dalla consultazione con l’Autorità Ambientale hanno comportato l’avvio di studi e indagini, al termine delle quali si procederà all’adeguamento del Piano di Fattibilità Tecnica ed Economica, da ultimarsi entro il prossimo 10 settembre, per il successivo avvio dell’attività di verifica del progetto.

Ho continuato a chiedere a sollecitare Aqp ea chiedere chiarimenti sulle tempistiche  – spiega Barone per i lavori di realizzazione del dissalatore. Il ritardo nella realizzazione ha provocato disagi alla popolazione e ai turisti, anche perché spesso è difficile coprire il fabbisogno di acqua. Ad esempio in alcuni periodi dell’anno, a causa delle condizioni meteo marine, le navi cisterna non riescono a raggiungere le isole e d’estate, quando si registrano picchi di presenze turistiche, non si riesce a coprire il fabbisogno idrico. Per questo è particolarmente importante la realizzazione del dissalatore. Ora finalmente si iniziano a vedere i risultati di questa battaglia che porto avanti da anni”.