Home Appalti pubblici

Appalti pubblici

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica slides [1.08 MB]

 

Un settore molto delicato, basti pensare che secondo l’Anac il 74% degli episodi corruttivi tra il 2016-2019 riguarda il settore degli appalti pubblici: lavori pubblici al primo posto, seguito da rifuti. 

Per questo è necessario agire in prevenzione, individuando gli eventuali conflitti di interesse nelle procedure di gara favorendo la standardizzazione dei comportamenti e la diffusione delle buone pratiche. 

Le azioni devono essere finalizzate a garantire la trasparenza delle procedure, la pubblicità degli atti, la massima diffusione dei dati, l’efficienza dell’organizzazione delle stazioni appaltanti, la qualificazione dei soggetti coinvolti nel ciclo dell’appalto nonché la qualità delle opere e dei lavori da realizzare nell’interesse della collettività. Garantire linee guida e facilitare la diffusione di dati e atti, per questo è molto utile la collaborazione con l’Osservatorio dei Contratti Pubblici. 

Ci faremo promotori di una cultura della informazione e trasparenza, che non può escludere i cittadini, ma li vede protagonisti. A tal fine daremo seguito alle prime iniziative di monitoraggio civico con Giornate su Open Data e piattaforma Open Data anche in collaborazione con fondazioni che da anni e senza scopo di lucro perseguono il fine della trasparenza.

Sul sito dell’Arti, per esempio, è difficile trovare informazioni relative alla verifica degli investimenti pubblici, atti di programmazione delle opere pubbliche o tempi e costi della realizzazione di opere pubbliche. 

È quindi necessario massimizzare l’efficienza della trasmissione dei dati da parte delle stazioni appaltanti, nonché assegnare all’Osservatorio ulteriori e più incisivi compiti allo scopo di renderlo uno strumento prioritario di monitoraggio e di supporto al regolare svolgimento delle procedure di appalto pubblico. 

Tra i compiti dell’Osservatorio: 

  • redazione di appositi rapporti statistici sull’andamento e sulle caratteristiche della spesa pubblica per lavori ed opere, e sui risultati del monitoraggio effettuato;
  • il potere di segnalazione agli enti competenti per lo svolgimento delle attività di vigilanza in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e di obblighi assicurativi e previdenziali;
  • la partecipazione alla formazione e all’aggiornamento dell’elenco regionale dei prezzi e dei costi per la sicurezza;
  • la predisposizione di linee guida finalizzate a semplificare, uniformare e supportare le attività delle stazioni appaltanti e degli operatori del settore, nonché a valorizzarne la responsabilità sociale;
  • la registrazione, in un apposito archivio informatico, delle annotazioni relative ai comportamenti delle imprese e delle pubbliche amministrazioni in sede di partecipazione alle gare e di esecuzione dei contratti pubblici, con particolare riferimento a quelli che costituiscono causa di esclusione.


PARTECIPA!
Suggerisci modifiche e miglioramenti al programma:

* campo obbligatorio

Tipologia di files accettati: doc,docx,rtf,pdf,txt,gif,jpg,jpeg,png,zip,7z,rar.
Dimensione massima consentita dell'allegato: 20mb.