Home Lavoro: nuove prospettive della Puglia. Formazione, tecnologia e impresa.

Lavoro: nuove prospettive della Puglia. Formazione, tecnologia e impresa.

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica slides [6.99 MB]


Lavoro e formazione sono gli ambiti più importanti della programmazione la mancanza di lavoro è il primo problema dei pugliesi, aggravato in questo momento anche dall’emergenza Covid-19.

Far interagire il mondo delle imprese e quello della formazione attraverso un tavolo che si riunisca a cadenza regolare, tra i rappresentanti di imprese, sigle sindacali, Università, ITS e istituzioni della formazione per definire gli obiettivi strategici e monitorare continuamente il loro raggiungimento; programmare le politiche di sviluppo economico e tecnologico anche con i distretti attraverso un Piano di sviluppo economico e il potenziamento della Smart Specialisation Strategy, partendo dalla ricognizione delle risorse economiche e dal coordinamento dei numerosi Piani previsti per disallineare le attività politiche istituzionali dai tempi elettorali e renderle quindi funzionali a cittadini e lavoratori e non ai politici; attrarre gli imprenditori nei centri per l’impiego e rendere l’Arpal pienamente operativa, perchè i centri per l’impiego diventino un punto di riferimento per lavoratori, inoccupati, formatori e aziende attraverso lo “Spazio Azienda e Capitale Umano” e lo “Sportello Apprendistato e Alternanza lavoro” da attivare promuovendo un rafforzamento dell’identità professionale degli operatori; orientare la formazione per l’occupazione dei cittadini attraverso la sperimentazione dello strumento della Dote unica lavoro e la revisione della disciplina in materia di accreditamento degli enti di formazione nella direzione del placement e della premialità (marchio di qualità) per le realtà che offrono una formazione qualificata e di qualità, legata agli obiettivi di inserimento delle persone nel mercato del lavoro e della riqualificazione professionale per prevenire e gestire lo skill mismatch tra il fabbisogno delle imprese e l’offerta formativa; promuovere la rete dei cervelli pugliesi all’estero. 

L’obiettivo del programma del M5S è rimodulare il mondo del lavoro, ponendo al centro alcune categorie come le donne, i giovani, i disoccupati e i lavoratori a rischio creando una rete con il mondo delle imprese, le sigle sindacali, le università per far in modo che domanda e offerta possano davvero incontrarsi. Nella nostra regione è preoccupante il dato sull’occupazione femminile: a fronte del tasso di occupazione maschile simile alla media italiana, le donne occupate infatti si fermano al 35,6%. A questo si aggiunge anche un gender gap salariale: gli uomini con retribuzioni basse sono pari al 18,3%, le donne al 23,4% Il mondo della formazione diventa fondamentale per l’occupazione. Vogliamo puntare su investimenti nella formazione professionale 4.0 e centralità delle competenze, in raccordo con le esigenze del mercato del lavoro e delle imprese.  

La mancanza di lavoro è una delle principali cause che costringono i giovani pugliesi a lasciare la loro terra. Il fenomeno dell’emigrazione è un problema che accomuna le regioni del Mezzogiorno e la Puglia non ne è esente per questo è necessario creare una sezione regionale dell’emigrazione pugliese con il compito di monitorare il fenomeno dell’emigrazione e mettere in rete i cervelli pugliesi all’estero per promuovere tra di loro e con loro uno scambio di buone pratiche, iniziative di ricerca e di agevolazione del rientro. Nel decennio 2006-2016 dalla Puglia circa 40 mila laureati sono emigrati fuori regione. 

Le parole chiave che muovono il nostro programma sono: ascolto, territorio, condivisione, confronto e dialogo costruttivo, sinergia, reti per lo sviluppo. I punti fermi sono la centralità e cura della persona e delle imprese puntando sul capitale umano, che è la forza intrinseca di ogni organizzazione pubblica e privata. Tutti fattori chiave che consentiranno di traghettare la Puglia in un contesto di eccellenza per il raggiungimento di un vantaggio competitivo duraturo per il mondo del lavoro, i giovani, le imprese, il territorio.


PARTECIPA!
Suggerisci modifiche e miglioramenti al programma:

* campo obbligatorio

Tipologia di files accettati: doc,docx,rtf,pdf,txt,gif,jpg,jpeg,png,zip,7z,rar.
Dimensione massima consentita dell'allegato: 20mb.